venerdì 25 gennaio 2008

Raccolta differenziata sul Garda

raccolta differenziata: dovere civico, senso ecologico, una risorsa, o inutile. Che ne pensate?

16 commenti:

beppe ha detto...

Interessante il nuovo quesito sulla raccolta differenziata, speriamo che tutti contribuiscano alla riuscita del sondaggio, personalmente ritengo che tutte le vostre domande possano essere scelte confacenti ma ho scelto una risorsa! saluti a tutti

claudio ha detto...

In questi giorni abbiamo tutti sotto gli occhi cosa succede quando non si riesce più a gestire la raccolta dei rifiuti. Sappiamo però come trasformare un problema in una risorsa. La raccolta differenziata è il contributo che il cittadino può dare. FACCIAMOLA TUTTI !!!!!

Anonimo ha detto...

Credo che la raccolta differenziata sia ormai diventata un esigenza per il bene dell'ambiente che ci ospita.
Con un minimo sforzo tutti possiamo differenziare i rifiuti.
Sempre più gente è sensibile al problema e anche i comuni offrono un buon servizio....
Speriamo che pure i supermercati ci diano una mano sprecando meno imballaggi !!!!

marco ha detto...

chi conosce i dati sulla raccolta differenziata dei paesi del lago di garda????
Gran cosa è cominciarla poi tutto diventa più facile e almeno per me si stà meglio anche con se stessi.....

Lalla ha detto...

Io son da pochi giorni che ho iniziato a farla, mi dicevo che avevo poco spazio per poterla fare...ma effettivamente basta veramente poco...giusto 5 minuti al giorno per smistarla nei bidoni, che al giorno d'oggi li trovi facilmente un pò ovunque...e quindi la mia era solo una scusa!E...sono ben contenta di averlo capito, meglio tardi che mai!

Anonimo ha detto...

Dove posso buttare i tetrapak nella carta o nella plastica ?

Lalla ha detto...

Da quello che ho capito io i Tetrapak, vanno gettati nel cassonetto della carta, ma prima bisognerebbe sciacquarli e schiacciarli...però se qualcun'altro ne sa di più...ben lieta di seguire i consigli!

Lalla ha detto...

Interessante questa pagina web:
http://www.comieco.org/media/DOCUMENTI/Consorziati/leaflet_Istruzioni__CON_cartoni_per_bevande.pdf

Cico. ha detto...

Ciao. Io penso, che la raccolta differenziata sia da fare, non solo per: dovere civico, senso ecologico e perchè può essere una risorsa, ma anche perchè come si può vedere in questi giorni, una cattiva gestione della questione rifiuti si trasforma presto in un probelma di sopravvivenza.
Andando avanti, nel mondo, staremo sempre più stretti! E' vero che a volte dietro ad alcune regole ci sono solo interessi di terzi, ma in generale porsi delle norme comportamentali (che dovremmo già avere senza che qualcuno ce le imponga) ci permetterebbe tutto sommato, di vivere bene ed in libertà senza ledere la quella altrui. Soprattutto in luoghi turistici come il Garda, un comportameto sbagliato significherebbe tirarsi la zappa sui piedi. Poi ormai una carta gettata su un marciapiede di Milano come di Brindisi, arriva dritto dritto davanti alle nostre case, e chiudersi all'interno nel nostro piccolo mondo o spazzare lo sporco davanti alla porta del vicino non cambia le cose.
Abituarsi alla differenziata non è poi così complicato, basta organizzarsi. Secondo me però in Italia non vengono forniti sufficienti mezzi per farla e non viene: ne incentivata, ne pubblicizzata come sarebbe necessario. Eppure è un business enorme. E' l'esempio di un'attività, che se fatta bene procura benefici sia a chi la pratica, perchè vive meglio in un ambiente pulito, sia per chi la raccoglie che ne trae un guadagno utilizzandola come materia prima.
Per invogliare a praticare la differenziata, lo Stato potrebbe iniziare detassando chi la fa. A Moena per esempio, gli abitanti hanno una "chiavetta" elettronica che gli permette di gettare i rifiuti separati nei vari contenitori, calcolandone il peso. In questo modo oltre ad avere tutto riciclabile, viene pagato solo quello che viene gettato, non vengono fatti forfait a volume o altro. Inutile dire che il risparmio è notevole.
Inoltre non voglio smontare i buoni propositi di chi vuole essere un contribuente ecologico, ma mi sono arrivate voci, che in alcuni posti come qui da me, i singoli cittadini dividono, ma poi sembra venga gettata tutta assieme dagli addetti ai lavori. Spero che non sia vero. Come tutte le cose ci vorrebbe anche un controllo SERIO di qualche organismo statale, verso quelle ditte che si occupano dello smaltimento.
Un inizio ci deve essere, tuttavia i pochi si perdono nel gruppo. Qui per esempio bene o male tutti o quasi si impegnano a separare quello che gettano; però all'arrivo dei turisti che non sono abituati è come ripartire da zero.
Poi c'è la questione egoismo e maleducazione. Basta guardare sugli argini ai lati delle autostrade o anche semplicemente passeggiando sui sentieri. Mai trovata una lattina o una carta sotto un sasso?
Ok basta, sono già stato abbastanza noioso. I'm sorry ma è un argomento importante :o)
Ciao, statemi bene. :o)

beppe ha detto...

Sono concorde con quanto sostiene "cico" in quanto dalla raccolta differenziata proviene un utile che potrebbe essere in parte utilizzato per rendere più agevole agli utenti la raccolta stessa.

Marco ha detto...

Date un occhio
http://it.wikipedia.org/wiki/Raccolta_differenziata

Marco ha detto...

http://www.tetrapak.it/hpm00.asp
sito della tetrapak che dovrebbe dipanare alcuni quesiti....proverò a leggerlo vediamo se capisco il tutto.

Lara ha detto...

Nel sito dedicato al tetrapak si nota che solo i paesi della sponda veronese hanno attivato il servizio di raccolta !!!I paesi della sponda bresciana e trentina spero lo stiano facendo.Io mi adopererò a sollecitare il comune di S.Felice !

beppe ha detto...

tema interessante ma vedo con dispiacere poco interesse .....

Anonimo ha detto...

Diciamo che io che non amo vivere a Brescia ma devo ammettere che, grazie al termoutilizzatore, e alla cultura della raccolta differenziata (qui viene agevolata dal fatto che ci sono tanti bidoni in ogni angolo di strada-non come in certi paesi che sei costretto a tenere tutto a casa per poi portarlo alla discarica), sfruttiamo al meglio le risorse e creiamo il calore per le nostre case con il teleriscaldamento...
Dicono putroppo che i fumi di queste combustioni creano malattie.. purtroppo il nostro mondo ormai è malato ed ogni cosa che respiriamo ci fa correre dei grossi rischi non credo che il termoutilizzatore peggiori così drasticamente la situazione senza contare il fatto che noi non abbiamo la sporcizia dappertutto!!!! Chiederei anche a chi gestisce le discariche di creare la possibilità di avere degli orari un pochino più elastici... chi lavora se deve portare qualcosa alla discarica deve prendere permesso perchè questi posti svolgono orari di ufficio!
Ciao a tutti. Poldie

Giacomo ha detto...

la differenziata è un DOVERE di tutti !
personalmente la faccio da molti anni e mi rattrista molto vedere cosa viene buttato nei cassonetti e l'ignoranza di molta gente sull'argomento.
Cerco di spiegare a voce e con stampe informative i conoscenti, ed è grande la soddisfazione quando torni nelle loro case e constati che sei riuscito a far loro capire l'importanza della differenziata.
Sono fermamente convinto che venga poco incentivata per il solito discorso di € € €... Napoli è un esempio eclatante e molto visibile, ma anche nel bresciano la cosa non è molto diversa solo che è + subdola...